1914

Un labirinto composto da azioni coreografiche e installazioni di arte visiva, un racconto che si astrae dalla narrazione afferrando l’ospite/spettatore e proiettandolo dentro un universo sensibile.
1914 come data che raccoglie tutto questo e che preannuncia la “deflagrazione” sia della prima guerra mondiale, sia delle arti che deturperanno definitivamente la “figura” per raggiungere una visione che sta all’origine del figurale.
1914 come centro di una mappa concettuale che si dirama costruendo un tracciato da ciò che gli è appena dietro e ciò che genererà il suo prossimo futuro.


gruppo nanou