un esempio di “teatro senza spettacolo” che segna la piena maturità del gruppo ravennate. Scomparendo, questa opera aiuta ad affacciarsi sull’invisibile, a prestare orecchio all’indicibile: ciò che l’arte dovrebbe sempre fare, forse.

Michele Pascarella, Hystrio

Senza titolo per uno sconosciuto

coreografia: Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci
con: Sissj Bassani, Rhuena Bracci, Marco Maretti
suono: Roberto Rettura

prodotto da: E / gruppo nanou
co-prodotto da: L’Arboreto Teatro Dimora di Mondaino, Cie Twain
con il sostegno di: La MaMa Umbria International, Cantieri
con il contributo di: MIBACT, Regione Emilia-Romagna