Interferenze

Von Heidi Jäger, Potsdamer Neueste Nachrichten
Laura Arlotti

La lunga notte dei piccoli formati ci ha portato fino ad un pas de deux della solitudine
Von Heidi Jäger
Potsdamer Neueste Nachrichten

Un uomo e una donna “danzano”, come in un circolo vizioso, il Pas de Deux della solitudine. In un continuo braccarsi cambiano posizione senza veramente riuscire ad andare avanti o ad avvicinarsi: sono mossi in modo tale da far svanire ogni momento di profonda sicurezza. Vengono riesumate alla cieca emozioni archiviate, le brame sessuali si seccano. La vita è un motel, sempre di passaggio? L’ambiguo e algido gioco portato all’estremo diventa penetrante, sottolineato da un funereo e assordante bussare, come se il cuore dovesse schizzare fuori dal petto. I corpi diventano mobilio, spostabile, scambiabile, senza lasciare tracce. Interferenze di campo, come prima di una catastrofe. Ci si rintanerebbe volentieri sotto il tavolo come la donna sul palco e si vorrebbe rimanere attaccati a quel toccante momento.

Heidi Jäger

Von Heidi Jäger, Potsdamer Neueste Nachrichten