Arsura
Arsura
Progetto e coreografie

Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci

Con

Rhuena Bracci

Luci e colori

Marco Valerio Amico

Scene

Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci

Costumi

Rhuena Bracci, Arianna Gasparotti, Alberto Groja

Produzione

Nanou Associazione Culturale,
Rosa Shocking / Festival Tendance

Sostegno
Contributo

MIC, Regione Emilia-Romagna, Comune di Ravenna

Arsura è una sete che si genera grazie al vuoto, all’assenza, alla resistenza di un corpo solo in uno spazio vasto.
È un lavoro sul tempo.
La composizione è un dispositivo che elenca una serie di disfacimenti di carne sola e solitaria, omettendo il prima e il dopo di un racconto. È un attimo sospeso, carico di dramma, in cui osservare le macerie dell’accaduto. Tentiamo così di inseguire la fine rovinosa che decreta necessariamente un silenzio, un buio, non un applauso, speriamo.
È un lavoro sulla mancanza.
Uno stato primordiale, uno specchio fedele della nostra ricerca dove luce, spazio, disattesa del tempo, bestialità a tratti, sono strumenti con i quali costruire e  scolpire l’abitare di un essere.

A 10 anni da Sport, Nanou torna a lavorare nella dimensione di solo coreografico per definire e rinnovare il suo immaginario.

Première: 28 maggio 2022

Foto

Rassegna stampa

  • 04/06/2022 - Mauro Petruzziello, Artribune

  • 24/03/2021 - Daniele Vergini, Artribune

  • 05/10/2020 - Viviana Raciti, Teatro e Critica

  • 26/09/2020 - Elisabetta Fiorito, Cartellone . Radio24

  • 26/09/2020 - Francesco Brusa, Altre velocità